Perchè si lancia il riso agli sposi

C’è chi lo vede come un momento romantico, con tutti i sogni, i desideri e le speranze che ivi ci ripone, chi come un’occasione per farsi due risate ed inaugurare l’inizio dei festeggiamenti e chi si preoccupa per quanto riso rimane a terra e quanti piccioni, ghiotti, ne andranno a mangiare procurandosi indigestioni. Fatto sta che il lancio del riso agli sposi è un atto propiziatorio ed un’usanza che nessuna popolazione ha mai perso.

Ma da dove deriva la tradizione di lanciare il riso ai matrimoni?

Sebbene sono molte le notizie di culture che nel tempo hanno utilizzato questo gesto per i novelli sposi, tanto da risalire agli antichi romani che erano soliti lanciare del grano, questa tradizione deriva dalla Cina.

Una leggenda cinese vuole che fu un Genio, un vecchio saggio, ad aver dato inizio al lancio del riso. Un giorno questo genio, camminando tra i campi del suo paese e notando la desolazione dell’agricoltura, i campi incolti e i contadini disperati, si rattristò anch’egli, strappandosi i bianchi denti per la costernazione. Iniziò a gettarli negli acquitrini che avrebbero dovuto irrigare i campi, e proprio lì, dove li aveva gettati, iniziarono a crescere delle piante.
Da queste piante uscirono dei frutti i quali, tolta la buccia, davano dei semi bianchi, come i denti del genio. Era le piante di riso che da quel momento divennero simbolo di fertilità ed abbondanza, e che ridiede vita ad un’intera popolazione.
Ancora oggi un detto cinese (tradotto) sottolinea l’importanza del riso citando quanto segue: “Uno lavora e nove mangiano riso” facendo intendere così, il potere economico e sociale di questo alimento e della sua abbondanza.

Ecco quindi che lanciare il riso agli sposi, dà la stessa valenza augurale che la tradizione vuole per i terreni, un augurio benevolo di prosperità, benessere, abbondanza e ricchezza e viene da sempre fatto in quest’ottica.

Variazioni sul tema

Sempre più spesso, negli ultimi anni, è possibile notare delle variazioni sul tema “riso per gli sposi”. Si è passati infatti dal procurarselo direttamente dalle buste di riso aperte al momento, a dei veri e propri graziosi sacchettini che, in base ai gusti degli sposi (principalmente della sposa), hanno forme, colori e decorazioni varie, al lancio di petali di rose al posto del riso, perché si sa, seppure la tradizione voglia il riso… è la sposa a doverlo togliere dalla faticosa acconciatura!

Se poi siete curiosi di sapere come utilizzare i petali di rose, eccovi alcuni consigli da un altro nostro articolo 5 Modi di usare i petali in tessuto

Lascia un commento

Menu