Matrimonio green: spunti e idee

L’imperativo di quest’epoca incredibilmente tecnologica e meccanizzata è sicuramente in contrasto con questa Quarta Rivoluzione Industriale. Perché è la parola “green“!

Sarà per una nostalgica voglia di tornare indietro e riprendere il contatto con la natura, per i trend in tema che stanno coinvolgendo tutti i settori per rispettare gli obiettivi europei di sostenibilità del 2050, per la preoccupazione riguardo il riscaldamento globale, i cambiamenti climatici, il mondo animale e vegetale del pianeta e la nostra stessa vita… ma rendere tutto più naturale e a prova di riciclo è sicuramente importante per moltissimi in questo momento storico.

E per “tutto”, ovviamente, intendiamo anche i matrimoni!
Se state pensando a delle nozze green per il vostro “sì” della vita, ecco qualche spunto.

Un matrimonio ecologico

L’idea è di fare largo utilizzo di elementi naturali, come paglia, legnetti, rami secchi, tessuti traspiranti (cotone, lino, tela) ed altre ispirazioni in linea.

Ad esempio, i segnaposto possono essere ricreati intrecciando dei rametti oppure intagliando i nomi degli ospiti su dei piccoli pezzi di legno: in questo modo diventeranno anche dei souvenir da portare a casa come ricordo. Per chi ama atmosfere più selvagge, invece, etichette e indicazioni per i posti a sedere potranno essere raggruppate sulle foglie di un runner per la tavola fatto di edera o altre piante rampicanti: nella sua sagoma si possono anche ricavare dei piccoli vani per sistemare i portacandele o degli ulteriori centrotavola; può diventare davvero il focus decorativo dell’intera location.

Naturalmente, tanto può anche essere detto con i fiori, che possono accompagnare il guest book, il tableau mariage, persino il laghetto (meravigliosi, per questo scopo, sono i giacinti d’acqua e le ninfee) insieme a delle lanterne galleggianti pronte a ricreare l’atmosfera giusta al tramonto. C’è chi osa addirittura un vero e proprio buffet floreale, dove ogni colore e ogni profumo viene abbinato ad una pietanza o ad un vassoio particolare, per poi arrivare al tripudio finale al momento della torta che, di solito, viene sempre impreziosita da inserti “flower power”.

Le bomboniere, poi, possono essere scelte tra tantissime proposte equosolidali oppure fatte a mano e racchiuse in piccoli sacchetti di juta, perfetti anche per contenere i confetti.

Infine, come non parlare dell’intera gestione dell’evento: l’importante è puntare alle zero emissioni illuminando il più possibile gli ambienti approfittando della luce naturale o di candele ed altri stratagemmi romantici e d’effetto (come le lanterne), optando anche per una combo di abiti, quelli degli sposi, che sia perfettamente in tema con il mood della giornata; e, se ve la sentite, potreste anche chiedere ai vostri ospiti, in contesto di invito, di fare lo stesso commissionando loro un dress code!

E voi, come avete pensato di organizzare il vostro matrimonio green?

Lascia un commento

Menu