Come organizzare una festa a tema sushi

Sebbene in occidente sia spesso identificato come una portata a base di pesce crudo, il sushi, in realtà, rappresenta un insieme di piatti tipici della cucina giapponese a base di riso ed altri ingredienti che, però, non sono necessariamente pesce, ma anche alghe nori, uova o avocado, tant’è che ne esistono delle varianti vegetariane molto apprezzate.

Quello che accomuna tutte queste proposte finger food, però, è la modalità di presentazione del ripieno, che è quasi sempre crudo, e la presenza del riso che, oltre ad essere co-ingrediente, fa da base di appoggio oppure da farcitura per strisce di alghe da arrotolare; insomma, un vero e proprio segmento food a sé stante, molto versatile e completamente personalizzabile.

Se sulle origini di quest’idea alimentare le certezze sono davvero molto fumose, quello di cui siamo sicuri è che si tratta di una tradizione giapponese che affonda le radici in tempi molti antichi (si parla del VII secolo e di una importazione dalla Cina da parte dei monaci buddhisti) e che, soprattutto, oggi è una leccornia che spopola fra i giovani ed i meno giovani, anche perché altamente instagrammabile con quelle forme perfette, l’impiattamento a regola d’arte e gli ingredienti genuini coinvolti.

Da qui, il trend delle feste a tema dedicate!

Ma come dare vita all’evento perfetto? Ecco qualche consiglio.

Ambientazione jappo

La prima cosa da curare è l’ambientazione: ogni dettaglio deve trasudare jappo, attenzione, non cinese!

Questo significa dare vita a decorazioni a base di alberi e fiori di pesco (uno dei simboli del Giappone per tutto il mondo) e dei colori della nazione (soprattutto rosso, giallo/oro, viola e blu, ma anche verde e nero per creare contrasti), più ombrellini di carta, ciotole colorate – magari in legno – abbinate, ovviamente, alle classiche bacchette e bamboline kokeshi (artigianato tipico dell’isola).

Si può anche commissionare un simpatico dress code agli invitati dove, nemmeno a dirlo, a dominare devono essere i kimono!

Coordinato tavola

Naturalmente, anche la tavola non può prescindere dal vestirsi a festa.

Ricordando che l’oro, per i giapponesi, ha un significato molto intenso e definito, se pensiamo alla pratica tradizionale del kintsugi di riparare ciotole di ceramica con preziosi dettagli di colate d’oro e d’argento, un coordinato semplice ed elegante come il Prestige Gold può fare la differenza, con i suoi piatti quadrati e le sue intenzioni di colore dorate perfettamente in linea con il messaggio.

E per i cibi?

Trattandosi di finger food bello da vedere, oltre che gustoso da mangiare, spesso abbinato anche a salsine ed altri condimenti liquidi, l’ideale è approfittare di un set sagomato e trasparente, creato apposta per questo tipo di portate, che avvolga ogni singolo bocconcino lasciandone intatta la struttura e visibili gli ingredienti.

Insomma, in una festa a tema sushi è proprio il cibo che deve dominare la scena!

Menù

Per quanto riguarda il menù, molto dipende anche dalle esigenze alimentari degli invitati: assicuratevi che vegetariani, vegani, intolleranti e habitué della dieta abbiano sempre qualcosa di buono da poter stuzzicare preventivando la presenza non solo di almeno 3-4 tipologie di rotolini diversi, ma anche di altre portate in linea con il tema dell’evento, come gnocchetti giapponesi, edamame (i tipici fagioli di soia acerbi da sgusciare e sgranocchiare) e fresche insalatine di alghe.

 

Tutto pronto: non resta che riunirsi e scattare tante foto ricordo da condividere sui social!

Lascia un commento

Menu